Facebook

Facebook ci rende infelici e depressi

Facebook ci rende infelici e depressi, lo dice uno studio condotto dall’Università di Yale. La ricerca è stata effettuata su oltre 5mila persone nell’arco di due anni ed è stata pubblicata dall’American Journal of Epidemiology.

SoundArticle: Takagi & Ketra – L’esercito del selfie ft. Lorenzo Fragola, Arisa

Mi chiedo cosa ci sia rimasto di autentico nelle nostre vite dall’avvento dei social. Siamo cambiati e con noi il nostro modo di vivere, di interagire, di sognare, di amare, di essere noi stessi, lontani da stereotipi e dalla massa.

facebook-depression

Ho sempre pensato che Facebook abbia rivoluzionato le nostre vite in peggio. Quasi 4 divorzi su 10 sono causati da Facebook. Trascorriamo così tanto tempo sul web e sui social da trascurare anche i nostri doveri familiari e coniugali. Ma non solo, Facebook ci rende infelici, depressi, invidiosi e meno in salute. Già e tutto questo solo grazie ad una droga silente e meschina che noi assumiamo tutti i giorni in dosi più o meno elevate e da cui forse non sappiamo nemmeno di dipendere.

Se penso a tutti i miei amici e conoscenti, soltanto due non usano facebook e questo si rispecchia anche nella qualità di vita che queste persone hanno: rapporti più stabili e duraturi, amicizie vere e una felicità molto più solida rispetto ad altri amici facebook addicted.

La ricerca condotta dall’Università di Yale spiega come, soprattutto tra i più giovani, facebook accresca un sentimento di isolamento, di ansia e inadeguatezza. Questo perché le persone sui social postano una vita quasi sempre idilliaca, spensierata e felice, ben lontana dalla realtà e questo scatena negli utenti un senso di inettitudine alla vita, invidia e depressione.

facebook

Lo studio ha dimostrato che sono le interazioni faccia a faccia a migliorare il nostro benessere psicofisico e che invece Facebook, sostituendo le nostre relazioni vis-à-vis con rapporti digitali, abbia influito negativamente sullo stato di salute fisica e mentale, evidenziando la correlazione che c’è tra gli heavy user di facebook e il loro grado di insoddisfazione di vita.

Siamo ancora persone in carne ed ossa, con sentimenti veri, con vite vere, non permettiamo a facebook di incatenarci in un mondo privo di autenticità, di emozioni. Non permettiamo ad una vita digitale di rimpiazzare la vita vera. Lasciamo più spesso i nostro smartphone a casa e andiamo a farci una passeggiata all’aperto, corriamo, ridiamo, abbracciamoci e andiamo a conoscere le persone vere ritrovando la gioia del calore e del contatto umano.

facebook

La vita vera è lì fuori, non davanti allo schermo di un telefono.

Divergenthink

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *